Thursday, March 12, 2015

SORRIDI ALLA VITA



Facciamo un grande sorriso, perchè la vita ci guarda. Quello che irradiamo raggiungerà i nostri vicini di vita. Noi avremo di rimando il loro specchiarsi. E' la vita, bellezza! 



Let's make a big smile, because life is watching us. What we spread around will join our neighbors of life. We will get back their be reflected. It's life, beauty! 

Monday, February 11, 2013

CARPE DIEM - L'ATTIMO FUGGENTE


CARPE DIEM - L'ATTIMO FUGGENTE
 
Mi è capitato fra le mani lo scritto di Lucio Anneo Seneca "De Brevitate Vitae" (La brevità della vita) che affronta con una maestria di altri tempi ma di un'attualità disarmante e allarmante la lamentela universale degli esseri umani sul fatto che la vita è troppo breve, il tempo è troppo corto per fare le cose, per realizzare i sogni, per raggiungere la felicità.

Perchè sto scrivendo questo nuovo post nel mio blog, in questi giorni di Febbraio 2013, a circa due settimane di tempo dalle prossime elezioni politiche in Italia? Perchè oggi più che mai, ora più che mai, è il momento della partecipazione, del risveglio delle coscienze civili, dell'alzarsi dal letto riparatore e di prendere in mano la ricerca della soluzione ai problemi che condiscono la vita quotidiana. 

Cogliamo l'attimo, gli antichi genitori latini ripetevano "carpe diem", muoviti ora, oggi, non domani. Il buon antico Lucio Seneca questo ripeteva anche nel suo saggio "De Brevitate Vitae". 

Ecco un breve passaggio del suo scritto, con la sua traduzione in lingua italiana, subito sotto:
 

Non exiguum temporis habemus, sed multum pedidimus. Satis longa vita et in maximarum rerum consummationem large data est, si tota bene collocaretur; sed ubi per luxum ac neglegentiam diffluit, ubi nulli bonae rei inpeditur, ultima demum mecessitate cogente, quam ire non intelleximus transisse sentimus.

Ita est: non accipimus brevem vitam, sed fecimus, nec inopes eius sed prodigi sumus. Sicut amplae et regiae opes, ubi ad malum dominum pervenerunt, momento dissipantur, at quamvis modicae, si bono custodi traditae sunt, usu crescunt, ita aetas nostra bene disponesti multum patet.

 Ecco la traduzione:

Non abbiamo poco tempo, ma ne abbiamo perduto molto. Abbastanza lunga è la vita e data con larghezza per la realizzazione delle cose più grandi, se fosse tutta messa bene a frutto; ma quando si perde nella dissipazione e nell’inerzia, quando non si spende per nulla di buono, costretti dall’ultima necessità ci accorgiamo che è passata senza averne avvertito il passare.

Si: non riceviamo una vita breve, ma tale l’abbiamo resa, e non siamo poveri di essa, ma prodighi. Come ricchezze grandi e regali in mano a un cattivo padrone si volatilizzano in un attimo, ma, per quanto modeste, se affidate a un buon amministratore, aumentano con l’impiego, così la durata della nostra vita per chi sa bene gestirla è molto estesa.

Abbiamo compreso l'antifona? Non riceviamo una vita breve ma tale la rendiamo noi con la nostra ignavia e la nostra apatia, la nostra inerzia e le nostre omissioni. 

Non ci sono peccati nelle scelte degli essere umani legati al "fare" ma esistono peccati soltanto legati al "non fare", alle omissioni. Spiritualmente parlando questo è il grande segreto manifestato nelle scritture dei vangeli, dalle parole del Cristo Gesù. Alla resa dei conti delle nostre azioni e omissioni da una parte verranno contati quelli che avevano agito e da un'altra parte quelli che avevano omesso di aiutare i bisognosi, di dare da mangiare agli affamati, di rincuorare gli afflitti (vedi Apocalisse di Giovanni).

Le prossime elezioni in Italia saranno anche per il genio creativo di Lucio Seneca una imperdibile occasione unica di vivere la ricchezza della vita, di diventare una volta buona nuovi buoni amministratori delle nostre opportunità di vita quotidiane.

E avete indovinato anche voi quale sarà la assoluta novità di queste prossime elezioni?

La vita è ora, oggi, in questo momento. Cogliamo l'attimo fuggente! Carpe diem!

    




 

Friday, March 23, 2012

LA TRIARTICOLAZIONE SOCIALE DI RUDOLF STEINER


Si avvicina a grandi passi il prossimo appuntamento con il pensiero vivace di Rudolf Steiner, previsto per il 4, 5 e 6 Maggio 2012 a Roma, presso l'Aula Magna della facoltà di Economia dell'Università "La Sapienza". Il relatore è Pietro Archiati, spirito libero e relatore di memorabili convegni in questi ultimi anni.

Il titolo di questo prossimo convegno è "Un'idea geniale per l'economia, la politica, la cultura - La triarticolazione sociale di Rudolf Steiner".

Come presentare in poche parole questo convegno più che mai attuale e puntuale per il momento della storia italiana e mondiale?

Sarà mai possibile la realizzazione di una articolazione del corpo sociale tale da rendere armoniosa la convivenza fra le parti, il lavoro ed il suo riconoscimento, una circolazione del denaro che non porti al suo accumulo nelle tasche di pochi ricconi, una organizzazione del sociale e dell'economia diversa dalla consueta idea materialistica del controllo del prodotto lordo?

Come dice la brochure dovremmo avere il coraggio di cambiare testa, ormai siamo giunti nell'anno del grande cambiamento, il 2012.

Non per nulla, ma anche per questo anno 2012, azzardo il rinominare questo convegno come il "CONVEGNO FINE DI MONDO". Cioè la fine del pensiero dello sfruttamento della persona per la nascita del pensiero creativo di una umanità nuova.




A presto vedervi al convegno a Roma!

Thursday, January 19, 2012

PREFERENZE



Stiamo attraversando in Italia un momento storico-sociale particolare. Nuove probabili prossime consultazioni elettorali, elezioni politiche anticipate o ravvicinate, partiti politici decotti ed invecchiati dopo decenni di stancante conduzione della cosa pubblica.

Dove sono le idee nuove? Possibile che non si muova qualche cosa nuova ed entusiasmante nella vita pubblica italiana? Forse si, magari si, speriamo si.

Un accenno di novità lo fornisce un sondaggio effettuato dalla SWG e pubblicato online da affaritaliani.it: la grande novità che si intravede nei risultati del sondaggio non sono gli antichi partiti che ancora vorrebbero avere la mano sul pulsante. La grande novità è il MOVIMENTO CINQUE STELLE coordinato e fondato da Beppe Grillo e da tutti i cittadini italiani che si sono riconosciuti nel suo "non"statuto.

Ebbene, il sondaggio pubblicato della SWG indica che a Gennaio 2012 le preferenze di voto degli italiani si volgerebbero verso il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo nella misura del
7,5%.

Si, il sette virgola cinque per cento. E mi sento di credere che la percentuale indicata non potrà fare altro che crescere in queste prossime settimane e mesi.

Vedremo pubblicato questo sondaggio anche nei maggiori quotidiani italiani, online e non online? Magari in prima pagina? Intanto lo pubblico io nel blog.

Gli italiani alla ricerca di una davvero nuova chiara proposta sono tanti e sono in crescita, continua, non arrestabile.


Friday, August 05, 2011

VIVA L'ISLANDA - UP WITH ICELAND


VIVA L'ISLANDA - UP WITH ICELAND

Nel silenzio assordante dei Media ufficiali e tradizionali, TV, radio, giornali quotidiani, ecco che soltanto la rete Internet ed il mondo dei Blog riesce ad infrangere un muro di gomma di non informazione sul cambiamento radicale in atto nello Stato chiamato ISLANDA.


Da ormai il 2009 i cittadini islandesi uniti da un orgoglio nazionale di ritrovata volontà di rinnovamento pubblico contro una cattiva ammistrazione pubblica ed una organizzazione finanziaria fallimentare hanno manifestato con assiduità e determinazione contro il governo in carica fino a costringerlo alle dimissioni.


Hanno richiesto e votato due referendum popolari contro la restituzione del debito finanziario costruito dalle banche islandesi a favore di Stati esteri e contro un suo pagamento anche dilazionato nel tempo, a danno ed a carico delle generazioni islandesi future.


Hanno creato una nuova assemblea nazionale con anche la partecipazione diretta di 25 semplici cittadini islandesi per la riscrittura della Carta Costituzionale islandese, che tenesse in debito conto delle esperienze sofferte in questi ultimi anni, per evitare un loro ripetersi.


Hanno votato una legge che disponga lo sviluppo delle fonti rinnovabili per coprire il fabbisogno energetico nazionale per il 99,99 per cento.

Islanda quindi come esempio luminoso da seguire anche in altre parti del mondo di cittadinanza "attiva", di partecipazione diretta di ogni singolo cittadino alla vita pubblica e politica del proprio paese.

Senza deleghe in bianco o in chiaro-scuro ad alcuno.


Perchè non anche qui da noi in Italia? Perchè non cominciare a parlarne noi blogger per primi nei nostri spazi online?

Informiamoci e teniamoci informati, uno con l'altro, diffondendo geometricamente l'informazione, altrove sicuramente negata e taciuta.

La libera informazione è cosa davvero preziosa e da proteggere. Sono trascorsi e finiti i tempi dell'ignoranza voluta e costretta. Oggi sono i tempi della libera informazione, specialmente quella online!


Qui di seguito i web-links di altri blog dove la situazione recente in Islanda viene riportata con profusione di dettagli e notizie:

http://sanguevivo.wordpress.com/2011/07/11/lesempio-scomodo-dislanda/

http://informarexresistere.fr/2011/07/06/nessuna-notizia-dallislanda/


http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/08/04/voglio-meno-avetrana-e-piu-rivoluzione-islandese/149795/

http://valterbinaghi.wordpress.com/2011/06/27/islanda-una-soluzione-al-debito-pubblico-di-davide-battista/


Viva l'Islanda, viva i cittadini islandesi!!!

Monday, July 04, 2011

OVUNQUE NEL TEMPO - SOMEWHERE IN TIME


OVUNQUE NEL TEMPO - SOMEWHERE IN TIME

Partecipando alla discussione sul blog amico http://sempreunpoadisagio.blogspot.com sono stato trasportato nel ricordo di un film del 1980 da me scoperto con sorpresa nel 1981. Da quel momento mi è rimasto impresso nell'anima come uno dei miei film preferiti in assoluto.

Parlo del film "Ovunque nel tempo" con attori protagonisti il celebre Christopher Reeve (il Superman dei primordi) e Jane Seymour.

La sorpresa nello scoprire la bellezza e la magia del film furono superati dalla sensazione reale e vissuta di capire il sentimento di amore puro che la storia ed i protagonisti riuscivano a fare uscire dallo schermo per raggiungere gli spettatori sin dentro l'anima e la mente.

Di questo sono testimone diretto. Ho provato la magia d'amore che la storia voleva narrare dentro di me. Una magia vera, una magia speciale che non solo io sembra abbia provato ma anche tanti altri "Entusiasti di Somewhere in Time" che lo testimoniano con le loro lettere ed il loro continuare ad incontrarsi sul sito web http://www.somewhereintime.tv/insite.htm

Per i curiosi del film in questione ecco alcuni indirizzi web dove trovare prime sommarie informazioni al riguardo del film:

http://it.wikipedia.org/wiki/Ovunque_nel_tempo

http://www.youtube.com/watch?v=bsgpJRM0dLw


http://www.youtube.com/watch?v=FrEhKxYnKGs

http://www.somewhereintime.tv/

.


Wednesday, June 01, 2011

VOTARE I REFERENDUM


IL MARE E' CHIUSO IL 12 E IL 13 GIUGNO!!!

Tra pochi giorni saranno svolti quattro referendum in Italia, il 12 ed il 13 Giugno, per quattro diversi quesiti.

Il primo quesito:
Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica. Abrogazione

Il secondo quesito: Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all'adeguata remunerazione del capitale investito. Abrogazione parziale di norma

Il terzo quesito:
Norma per la realizzazione nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia nucleare. Abrogazione

Il quarto quesito:
Norme della legge 7 aprile 2010, n. 51, in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale. Abrogazione

Fra questi rimane ancora valido il quesito sulle centrali nucleari in Italia, in quanto in data odierna la Corte di Cassazione ha confermato lo svolgimento del referendum, anche se per decreto legge del 25 Maggio 2011 il parlamento ed il governo avevano tentato uno "stralcio" dell'argomento sulle centrali nucleari.

A dispetto di antichi e nuovi suggerimenti di non andare a votare ma di andare al mare ecco che sarebbe bello vedere nuovamente in Italia una forte partecipazione a queste prossime votazioni referendarie, per raggiungere un quorum del 50 per cento più uno degli aventi diritto al voto, per rendere validi i referendum. Sarebbe una bella pagina per la democrazia in Italia vedere nuovamente i cittadini italiani attenti a questi argomenti importanti per la vita della società intera.

Andiamo a votare! Non andiamo al mare il 12 ed il 13 Giugno 2011. Il mare è chiuso in quei due giorni!



Sunday, April 17, 2011

A PROPOSITO DI LIBERTA'


Un nuovissimo appuntamento con il pensiero della Scienza dello Spirito, con il pensiero di ogni essere umano. A Roma, il 6, 7 ed 8 Maggio 2011, nell'aula magna della facoltà di Economia dell' università "La Sapienza" avrà luogo il convegno "A proposito di LIBERTA' " con relatore Pietro Archiati.

"Tra doveri e legami, tra persuasioni mediatiche e dipendenze delle tecnologie, tra regie occulte dell'economia e guerre di pace, tra lavori che "ci piacerebbe fare ma non garantiscono il futuro" e lavori alienanti ma "utili alla società-azienda", dov'è lo spazio per la libertà del singolo?

In questo convegno cercheremo di svelare un segreto: la libertà sta dove la creo io!"
(Pietro Archiati)

CONVEGNO di SCIENZA DELLO SPIRITO

Relatore Pietro Archiati

ROMA
6 - 7- 8 Maggio 2011

Università "La Sapienza"
Facoltà di Economia - Aula Magna
via del Castro Laurenziano, 9


PROGRAMMA


Venerdì 6 Maggio

20,30 – 22,30 1a conferenza con dibattito

LA LIBERTA' MIA
tutta da costruire

Sabato 7 Maggio

10,00 – 12,30 2a conferenza con dibattito

LA LIBERTA' TUA
tutta da amare

16,30 – 18,00 3a conferenza con dibattito

LIBERTA' E FELICITA'
vanno sempre insieme

20,30 – 22,30 4a conferenza con dibattito

LIBERTA' E DOVERE
ama e fa’ ciò che vuoi

Domenica 8 Maggio

11,00 – 12,30 5a conferenza con dibattito

LA LIBERTA' DELL’UOMO CREATORE
liberi non si è, si diventa

Il Relatore
Pietro Archiati è nato nel 1944 a Capriano del Colle, Brescia.
Ha studiato teologia e filosofia alla Gregoriana di Roma e più tardi all’Università statale di Monaco di Baviera. E’ stato insegnante nel Laos durante gli anni più duri della guerra del Vietnam (1968-70). Dal 1974 al 1976 ha vissuto a New York nell’ambito dell’ordine missionario nel quale era entrato all’età di dieci anni. Nel 1977, durante un periodo di eremitaggio sul lago di Como, ha scoperto gli scritti di Rudolf Steiner, la cui scienza dello spirito – destinata a diventare la grande passione della sua vita – indaga non solo il mondo sensibile, ma anche quello invisibile.
Dal 1987 vive in Germania come libero professionista, indipendente da qualsiasi tipo di istituzione, pubblica libri e tiene conferenze e convegni in vari Paesi.
I suoi libri sono dedicati allo spirito libero di ogni essere umano, alle sue inesauribili risorse conoscitive e morali.

Si può partecipare all’intero convegno o a singole conferenze, senza iscrizione o prenotazione.

Relatore:
L'apprezzamento della sua prestazione è libero.

Organizzazione:
Per partecipare non è richiesta una quota fissa d’ingresso, ma un libero contributo per rientrare delle spese organizzative (a solo scopo indicativo: 7€ per conferenza). È questa un formula che dà grande fiducia e libertà ai partecipanti, anche se comporta un rischio per gli organizzatori.

Buffet biologico:
colazione, pranzo e cena sono possibili nella sede del Convegno.
Venerdì:
cena dalle h.19,00
Sabato:
colazione dalle h.9,00
pranzo h.13,00
break h.17,30
cena dalle h.19,00
Domenica:
colazione dalle h.9,30
pranzo h.12,30

Informazioni
Ringraziamo chiunque voglia estendere questo invito ad amici e conoscenti che non l’avessero ricevuto.


Monday, January 31, 2011

IX SEMINARIO "FILOSOFIA DELLA LIBERTA'"


Un nuovo appuntamento con la "filosofia della libertà" di Rudolf Steiner, nella cornice dei Castelli Romani (non lontano dalla città di Roma), vicino il lago di Castel Gandolfo. Nuovamente la possibilità di riflettere sulle capacità creative del pensiero umano e sulle sue poco esplorate potenzialità. Questo prossimo fine di settimana, dal 3 al 6 Febbraio 2011.

http://www.liberaconoscenza.it/appuntamenti/appuntamenti-archiati-fdl.html

Il nono seminario su La filosofia della libertà di Rudolf Steiner sarà tenuto da Pietro Archiati a Rocca di Papa (Roma), dalla sera del 3/02/2011 (giovedì) alla mattina del 6/02/2011 (domenica).

La sede

Centro Convegni Mondo Migliore, via dei Laghi Km 10, - 00040 Rocca di Papa (Roma)
tel. 06- 941871 – sito internet: www.mondomigliore.it


«Tutte le scoperte della scienza e della tecnica, tutte le
opere d’arte, tutte le azioni morali più sublimi e più
umili scaturiscono dal PENSIERO, dall’intuito della
mente e del cuore.

Nel suo pensare l’uomo si vive più che mai come spirito
creatore, come artista dotato di un’inesauribile fantasia
intellettiva e morale che emana luce e calore all’infinito.

La filosofia della libertà di Rudolf Steiner è il testo di
base più moderno per una scuola del pensiero. La formazione
che riceviamo ci insegna tutto, fuorché il pensare.

Questo dà all’individuo la possibilità di pensare lui
stesso al suo pensare – con lo slancio del bambino che
comincia, con la libertà dell’adulto che ricomincia ogni
giorno».

Pietro Archiati

Friday, March 19, 2010

CONVEGNO DI ROMA - LA FORZA DELL'AMORE


Il nuovo appuntamento di Roma con Pietro Archiati e lo studio del nostro quotidiano, vissuto pienamente e attraversato dai mondi invisibili. Questa volta la prospettiva scelta è quella del sentimento amorevole, svolto nei suoi vari aspetti, dall'intimità del primo amore personalissimo, al rapporto inter-personale, al sentimento universale.

Tre giorni di immersione nella spiritualità ispirata da Rudolf Steiner, fondatore della Scienza dello Spirito. Conferenze tenute da Pietro Archiati, spirito libero ed eloquente relatore, dal 23 al 25 aprile 2010, presso l'aula I della facoltà di Economia, Università "La Sapienza" di Roma.

Per informazioni: http://www.liberaconoscenza.it/appuntamenti/appuntamenti-archiati-roma-2010.html



Wednesday, February 24, 2010

VII SEMINARIO "LA FILOSOFIA DELLA LIBERTA'" di Rudolf Steiner

Domani 25 febbraio 2010 avrò luogo ed inizio a Rocca di Papa vicino a Roma il settimo seminario su "La filosofia della libertà" di Rudolf Steiner. Fino al 28 febbraio saranno quattro giorni di studi ed approfondimenti di un testo fondamentale nella visione che tutto comprende di Steiner.

Ulteriori notizie sul link:

http://www.liberaconoscenza.it/appuntamenti/appuntamenti-archiati-fdl.html

Di seguito alcune parole di introduzione del relatore del seminario Pietro Archiati:

"Tutte le scoperte della scienza e della tecnica, tutte le opere d’arte, tutte le azioni morali più sublimi e più umili scaturiscono dal PENSIERO, dall’intuito della mente e del cuore.
Nel suo pensare l’uomo si vive più che mai come spirito creatore, come artista dotato di un’inesauribile fantasia intellettiva e morale che emana luce e calore all’infinito.
La filosofia della libertà di Rudolf Steiner è il testo di base più moderno per una scuola del pensiero. La formazione che riceviamo ci insegna tutto, fuorché il pensare. Questo dà all’individuo la possibilità di pensare lui stesso al suo pensare – con lo slancio del bambino che comincia, con la libertà dell’adulto che ricomincia ogni giorno."

Pietro Archiati





Friday, December 04, 2009

IL COLORE VIOLA - THE COLOUR PURPLE




IL COLORE VIOLA - THE COLOUR PURPLE

Il colore viola è conosciuto come il colore dello spirito. Dona forza spirituale ed ispirazione. Come sintesi dei colori rosso carminio e del blu ciano ecco che il colore viola offre una sintesi tra terra e cielo, tra passione ed intelligenza, tra amore e saggezza. La passione e l'irruenza del rosso incontra la tranquillità e la trascendenza del blu, generando la temperanza del viola. Unione di corpo e spirito, origina il carattere duplice della tonalità, simbolo poi di trasformazione alchemica.

Nella visione di Steiner il viola è:…"il supremo nucleo metafisico che ne sottolinea la complexio oppositorum, la dimensione che va oltre quella fisica, la natura sfuggente ed inafferrabile, l’aspetto trascendente.” (Steiner- L’essenza dei colori. Antroposofica-Mi 1997).

Il colore viola emerge nei disegni dei bambini, dona agli spiriti la possibilità di esprimersi, di esprimere una energia atavica, esprimeva l'attesa di un cambiamento o un rinnovo anche da parte degli antichi romano-cristiani.

Il viola nei sogni enfatizza il dolore e la sofferenza, la mancanza, la privazione, indica la possibilità di una visione al di là della superficie e la ricerca del superamento del quotidiano, dell'ordinario, del materiale.

Ecco allora che come tante altre cose di questo nostro mondo aggrovigliato la scelta del colore viola per la manifestazione di volontà in Italia a Roma domani 5 dicembre 2009 contro l'attuale presidente del consiglio in Italia appare profetica. Appare ormai maturo il tempo per cui ogni persona si stacchi dalla poltrona e smetta di dormire il sonno degli ignavi.

http://it.wikipedia.org/wiki/Viola_%28colore%29
http://guide.supereva.it/sogni/interventi/2006/04/251605.shtml
http://www.noberlusconiday.org/


PER LA VERSIONE IN INGLESE - FOR THE ENGLISH VERSION:

The colour purple is known like the colour of spiritual things. It gives spiritual strenght and inspiration. As synthesis of the red carminio and blue ciano colours here the colour purple offers a synthesis between earth and sky, between passion and intelligence, between love and wisdom. The passion and the vehemence of the red meets the calm transcendence of the blue, generating the temperance of purple. Union of body and spiritual, origins the double character of the tonality, symbol then of the alchemic transformation.

In the vision of Steiner the colour purple is: ..."the supreme metaphysical core that emphasizes its complexio oppositorum, the dimension that goes beyond the physical, the fleeting and elusive nature, the transcendent aspect." (Steiner- The essence of colours. Antroposofica-Mi 1997).

The color purple appears in children's drawings, gives the opportunity to speak to the spirits, to express an atavistic energy, expressed the expectation of a change or even of a renewal of the ancient Roman Christians.

Purple dreams emphasizes the pain and suffering, lack, deprivation, indicates the possibility of a vision beyond the surface and the search to overtake the everyday, of the ordinary, of the material.

Here like so many other things of this tangled world the choice of the color purple for the expressions of willingness in Italy in Rome on Friday December 5, 2009 against the current president of the council in Italy seems prophetic. It seems the ripe time in which each person comes off the chair and stop sleeping the sleep of sloth.

Sunday, November 01, 2009

LA MATEMATICA NON E' UN'OPINIONE


In Iran lo scorso 28 ottobre 2009 si celebrava la vittoria di alcuni studenti iraniani nelle olimpiadi studentesche, ognuno nella sua materia. Il ventenne Mahmud Vahidnia era il campione olimpico di matematica, vincitore nella sua specialità fatta di numeri e logica.

Cosa ha spinto Mahmud a richiedere la possibilità di parola e di fronte a tutta l'assemblea, presente la guida suprema iraniana Ali Khamenei, ad interlocuire con lui ed a porgli alcune scomode domande?

Non futili domande ma domande sulla possibilità di critica alla guida suprema stessa, domande sulla conduzione della TV e della radio di Stato, domande sul clima di polizia che cinge la stampa in Iran, domande sulla struttura di potere del Consiglio dei Guardiani e l'Assemblea degli Esperti.

Dove si trova ora a soli pochi giorni di distanza dalle sue domande pubbliche Mahmud Vahidnia, coraggioso studente che ha dato voce ad un dissenso sommerso? Non se ne hanno ancora notizie, si spera in bene per lui.

Davvero a me sembra che la logica matematica in molti casi prepari alla vita, a farsi domande non eludibili, a richiedere risposte precise e non disperse nel silenzio della paura.

La matematica non è un'opinione, anche se tante volte con la forza si cerca di dimostrare il contrario.

Marco

...


http://quotidianonet.ilsole24ore.com/esteri/2009/10/31/255554-iran_critica_khamenei.shtml

http://www.sedighejafari.ciooc.com/sedighejafari_archive/post_48723.html

http://www.youtube.com/watch?v=FyMavmZD6TU

http://www.youtube.com/watch?v=5Q3wbO5l8qo&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=QNgc0-0XSeg&NR=1

...

FOR THE ENGLISH VERSION

MATHEMATICS IS NOT ONE OPINION

In Iran last october 28th 2009 it was celebrated the victory of some iranian students in the student olympics, each one in their subject.Twenty years old Mahmud Vahidnia was the olympic champion of mathematics, winner of his speciality made of numbers and logic.

What did push Mahmud to request the possibility of speech and in front of whole assembly, with the presence of the supreme guide Ali Khamenei, to talk with him and to ask him some uncomfortable questions?
Not silly questions but questions about the possibility of critic to the supreme guide himself, questions about the guide of TV and public radio of State, questions about the police climate that surrounds the press in Iran, questions about the power structure of the Guardian Consilium and of Experts Assembly.
Where is now Mahmud Vahidnia only few days of distance since his public questions, brave student that gave voice to an undeclared dissention? No news about him, hope for his good.
Really it seems to me that mathematical logic in many cases prepares to life, to ask questions not escapable, to request exact answers and to do not disperse them in the silence of fear.

http://www.sedighejafari.ciooc.com/sedighejafari_archive/post_48723.html

http://www.youtube.com/watch?v=FyMavmZD6TU

http://www.youtube.com/watch?v=5Q3wbO5l8qo&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=QNgc0-0XSeg&NR=1

...

Friday, May 22, 2009

MARCO PANNELLA SENATORE A VITA


Durante gli ultimi sei giorni siamo stati testimoni dell'ultimo sciopero della fame e della sete di Marco Pannella, figura unica in Italia nel nostro panorama politico. Ieri sera finalmente, dopo aver accettato di sospendere la sua azione non-violenta ed aver bevuto nuovamente un pò di succo di pompelmo è stato accolto nella trasmissione televisiva "Anno Zero" di Michele Santoro, su RAI2. In TV ho riconosciuto nel volto sconvolto e nella fatica del corpo la passione che vivifica la vita di Marco Pannella, il suo chiedere il rispetto delle regole democratiche "vere" e non il supino rassegnarsi di fronte alle omissioni del "conoscere per deliberare": è cosa nota e verificata in un sondaggio di questi giorni il dato del 3 per cento soltanto di conoscenza degli elettori italiani delle liste come quella di Emma Bonino e di Marco Pannella, quando di recente i maggiori partiti politici italiani hanno approvato lo sbarramento del 4 per cento per partecipare al parlamento europeo. Io sento di voler proporre con voce determinata l'elezione di Marco Pannella a senatore a vita nel parlamento italiano, un riconoscimento alla sua vita politica che l'attuale presidente della repubblica Giorgio Napolitano potrebbe a buon diritto riservare a Marco Pannella, spesso voce vera errante nel deserto. Marco

Thursday, April 23, 2009

CONVEGNO SU ESSERI STRAORDINARI


CONVEGNO SU ESSERI STRAORDINARI - di Pietro Archiati

Questi prossimi giorni di maggio, precisamente dall'8 al 10 maggio 2009, a Roma presso la facoltà di Economia della Università "La Sapienza", avrà luogo il nuovo convegno di Pietro Archiati avente ad oggetto l'uomo, essere vivente fra angeli, demoni e spiriti della natura.

In un mondo di oggi sempre più materialista sembra veramente una nuova fiaba infantile quella di pensare e parlare di esseri invisibili della natura, dei fondamentali elementi quali l'aria, la terra, l'acqua ed il fuoco. Sembra una storia di fantasia infinita quella di prevedere nuovamente, in una forma originale per la modernità scientifica, l'esistenza di angeli e demoni, esseri di luce e di spirito che sono divenuti inesistenti alle menti ed ai sensi inutilizzati degli esseri umani.

Ecco che con questo convegno si propone una nuova esperienza di pensiero e di approccio a questi mondi spirituali invisibili ai sensi allenati dalla materia fisica, un pensiero sicuramente razionale che offra nuovi spunti di approfondimento e di ricerca.

Buona partecipazione! Ulteriori notizie sul convegno sul sito http://www.liberaconoscenza.it

Marco

Friday, March 13, 2009

BUON COMPLEANNO CARO WWW - HAPPY BIRTHDAY DEAR WWW


BUON COMPLEANNO CARO WEB

Oggi è il 13 marzo 2009, venti anni orsono il ricercatore inglese Tim Berners Lee presentò al CERN di Ginevra un primo progetto per sviluppare il collegamento online ipertestuale fra documenti diversi. Ciò che prima veniva normalmente spedito e letto online erano solo elenchi lunghi e monotoni di titoli e di parole chiave, nero su bianco e neanche a colori, documenti noiosi ed ufficiali, sperando che le parole chiave usate per rimandare da uno all'altro rimanessero quelle che ci erano venute in mente per trovare il tesoro nascosto.

Nasceva il codice WWW, il "world wide web", la ragnatela grande quanto il mondo, il reticolo di notizie e di informazioni che invece che servire il mondo militare da una idea civile faceva il percorso inverso: nato per scopi militari trovava invece nel mondo civile, sociale e commerciale il suo sviluppo più rigoglioso ed innovativo.

Oggi, a venti anni di distanza, ringrazio Tim e tutti gli altri ricercatori di ogni squadra scientifica per i loro sforzi. E' anche tramite loro che oggi riusciamo a sentirci una grande famiglia planetaria, unioni europee, americane, asiatiche e di ogni continente a parte.

Marco

http://www.w3.org/2009/03/CERNweb20th.html

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/tecnologia/grubrica.asp?ID_blog=30&ID_articolo=5874&ID_sezione=38&sezione=News


http://it.wikipedia.org/wiki/Storia_di_Internet



FOR THE ENGLISH VERSION

HAPPY BIRTHDAY DEAR WEB

Today it is march 13th 2009, twenty years ago the english searcher Tim Berners Lee presented to CERN in Genevre a first project to develop one hypertext online connection among different documents. What before was normally sent and read online they were only long and boring lists of titles and key-words, black onto white and not even colours, noisy and official documents, hoping that the used key-words to return from each other were still those that we had in mind to find the hiding treasure.

It was born the WWW code, the "world wide web", the spider's web large as the world, the net of news and informations that instead to serve the military world starting from one civil idea it was doing the contrary step: born for military purposes it found in the civil world, on the contrary, its utmost luxuriant and innovative development.

Today, after twenty years of distance, I thank Tim and all the other searchers of any scientific team for their efforts. It is also thru them that today we are able to feel as a large planetary family, european, american, asiatic and any other continent's unions apart.

Marco

http://www.w3.org/2009/03/CERNweb20th.html

http://en.wikipedia.org/wiki/History_of_the_Internet

Thursday, March 12, 2009

GIORNATA MONDIALE CONTRO LA CYBER CENSURA - WORLD DAY AGAINST CYBER CENSORSHIP


GIORNATA MONDIALE CONTRO LA CYBER CENSURA

Oggi giovedì 12 marzo 2009 è la giornata mondiale contro la censura online. Questa doverosa presa di coscienza e di posizione è stata lanciata da "Reporters without borders", giornalisti senza frontiere e neanche ristrettezze politiche o mentali.
Anche io aderisco a questa giornata di libertà di espressione e di pensiero, di parola e di autonomia individuale.

Purtroppo ancora troppi paesi sono ancora sotto il controllo di governi autoritari e non disposti a lasciare questa libertà di pensiero, e la cosa sorprendente è che anche in paesi che si ritiene essere democratici si teme una limitazione di libertà di espressione di un pensiero libero, come per esempio in Australia, in Corea del sud ed ora temo anche nel mio paese, l'Italia, dove stanno progettando delle nuove leggi che limiteranno moltissimo la libertà di uso di Internet.

La mia goccia nel mare del pensiero autonomo ed individuale, contro ogni imposizione autoritaria e contro la libertà di espressione. Avanti verso una evoluzione del bene in tutta la famiglia umana universale.

Marco

http://www.rsf.org/rubrique.php3?id_rubrique=20

http://www.news.com.au/technology/story/0,28348,25158654-5014239,00.html

http://www.rsf.org/article.php3?id_article=30543

http://www.rsf.org/article.php3?id_article=30507

http://www.amnestyusa.org/business-and-human-rights/internet-censorship/world-day-against-cyber-censorship/page.do?id=1361061


FOR THE ENGLISH VERSION:

WORLD DAY AGAINST CYBER CENSORSHIP

Today thursday 12th march 2009 is the world day against the online censorship. This proper conscious and position stand was taken by "Reporters without borders", journalists without borders and without political and mental narrowness.
I also join to this day of expression and thought freedom, of individual autonomy and of word.

Unfortunately still too many countries are under the control of authoritarian governments not able to leave this freedom of thinking, and the surprising thing is that also in countries that we consider democratic we fear a freedom restriction of expression of a free thought, like for example in Australia, in South Korea and now I fear also in my country, Italy, where they are preparing new laws that will limit so much the freedom of internet use.

My drop inside the sea of independent and individual thinking, against each autoritarian imposition and against the freedom of expression. Forward towards one evolution of good in whole human universal family.

Marco

http://www.rsf.org/rubrique.php3?id_rubrique=20

http://www.news.com.au/technology/story/0,28348,25158654-5014239,00.html

http://www.rsf.org/article.php3?id_article=30543

http://www.rsf.org/article.php3?id_article=30507

http://www.amnestyusa.org/business-and-human-rights/internet-censorship/world-day-against-cyber-censorship/page.do?id=1361061

Saturday, February 14, 2009

Autodeterminazione a rischio

In Italia in questi giorni siamo testimoni attoniti e sgomenti di operazioni politiche e parlamentari che stravolgono e vorranno stravolgere sempre di più la libertà di scelta individuale per la propria vita ed il principio sacro (nel più alto senso del termine, dal punto di vista umano) dell'autodeterminazione personale.

Partendo dal caso mediatico così tanto esaltato da una informazione italiana pubblica e privata a senso unico (nel senso non rispettosa delle idee diverse da quelle al governo in Italia in questo momento) si sta cercando di strumentalizzare come un grimaldello il caso triste della donna italiana Eluana Englaro in stato vegetativo da 17 anni (aveva 21 anni quando entrò in coma per incidente stradale) che si è spenta lo scorso 9 febbraio dopo numerose sentenze giudiziarie ed interventi medici, su atto propulsivo e di amore del papà Beppino Englaro.

E' una verità di nuovo sotto gli occhi di tutti quella che grida la mancanza di rispetto e di attenzione da parte della maggioranza politica oggi al governo in Italia: malgrado il fatto che la maggioranza dei cittadini italiani sia mossa da sentimenti di solidarietà e di comprensione per la decisione di Beppino Englaro di interrompere lo stato vegetativo di Eluana che prima dell'incidente gli aveva con chiarezza dichiarato (stringendo con il padre un patto di sangue) di essere contraria ad ogni eventuale accanimento terapeutico o sanitario collegato a qualsivoglia strumentazione artificiale ecco che le TV, i maggiori giornali e quasi tutti i mass-media hanno attaccato il fine vita di Eluana ed il suo corollario di autodeterminazione individuale.

La legge sul testamento biologico che in Italia è da anni in attesa di una discussione e di una approvazione parlamentare è ora a rischio dell'emotività popolare ad arte provocata e guidata dai vari programmi ed articoli scritti e prodotti a senso unico. Si vuole da parte della parte governativa oggi in Italia impedire la decisione individuale sulla propria salute e malattia; si vuole rendere inapplicabile una espressa decisione scritta su tale eventualità rendendo obbligatorio un rinnovo ogni tre anni del documento presso un notaio e con la presenza del proprio medico curante; si vuole svuotare di valore tale atto notarile ufficiale affermando che comunque tale documento potrà essere NON VINCOLANTE presso il medico curante.

Propongo per le persone di buona volontà la visione del breve intervento (solo pochi minuti di videoclip) del senatore Umberto Veronesi, noto oncologo italiano di fama internazionale, che da più di 50 anni si adopera per la cura e la guarigione dei malati di cancro: chi più di lui riesce a trovare parole di umana pietà e di umana considerazione per il dolore altrui?

Un grave peccato che i pensieri e le parole di persone sagge ed illuminate debbano raramente trovare la luce e l'ascolto di tutti, avendo l'ostacolo e non l'aiuto dell'informazione professionista.

Marco



FOR THE ENGLISH VERSION:

SELF-DETERMINATION AT RISK

In Italy during these days we are astonished and dismayed witnesses of political and parlamentary operations that distort and will twist more and more the individual freedom of choice for own life and the sacred principle (in the highest sense of the word, from a human viewpoint) of personal self-determination.

Starting by the media case so much excited by one private and public italian information in "one way only" (in the sense of not respectful of different ideas from those of government in Italy at this moment) they are trying to use as instrument and as a picklock the sad case of the italian woman Eluana Englaro in vegetative status since 17 years time (she had 21 years when entered the coma status because of car accident) that died last 9th february after many justice sentences and medical participations and interventions, by the propeller and loving act of dad Beppino Englaro.

It is a truth again in front of eyes of us all the one truth that screams the lack of respect and of attention by the political majority today at government in Italy: despite the fact that the majority of italian citizens is moved by solidarity and comprehension feelings for the decision of Beppino Englaro to stop the vegetative status of Eluana that before the car accident just declared him with clearness (keeping a blood pact with her dad) to be against any eventual therapeutic or sanitary perseverance connected with any artificial instrument so they come any TV, the main newspapers and almost all mass-media that attached the end of life of Eluana and its corollary of self-determination.

The law about biological testament that is waited for in Italy since years for a parlamentary discussion and approval is now at risk of the popular emotionalism provoked by art and guided by the various programs and articles written and produced "one way". They want from the government that today is present in Italy to prevent the individual decision about own health and illness; they want to reduce as not applicable one express written decision about this possibility making it compulsory the renewal each three years of the document in a notary's office and with the presence of own personal doctor; they want to empty of values this act in the notary's office saying that anyway this document will HAVE NOT ANY OBLIGATION to the personal doctor.

I propose for the good will persons the vision of the short speech (only few minutes of videoclip) of the senator Umberto Veronesi, wellknown italian doctor against cancer of international fame, that since more of 50 years is helping for the cure and the healing of cancer sick persons: who more than him is able to find the words of human mercy and human consideration for the pain of others?

A big sin that the thoughts and words of wise and enlighted persons should rarely find the light and the listening of us all, having the obstacle and not the help of the professional information people.

Marco


Tuesday, January 27, 2009

IL GIOCO DELLA VITA - THE GAME OF LIFE



IL GIOCO DELLA VITA

Chi di noi non ricorda le parole udite tante volte dai nostri maestri e professori durante gli anni della scuola? "Lo sport prepara al domani, lo sport fortifica il fisico e la mente, lo sport insegna la vita".

Gli stessi antichi padri latini nel loro puro interpretare il valore dello spirito umano espresso nel gesto atletico leale e di valore avevano coniato il detto: "mens sana in corpore sano", la mente può solo avere giovamento dall'esercizio fisico, una salute mentale per una salute fisica.

Ed eccoci giungere alla notizia di questi giorni che ha attirato la mia attenzione: lo scorso 13 gennaio una squadra di basket di giovani ragazze di liceo americano (un piccolo liceo di soli - così ho letto - venti studenti) il Dallas Academy ha tradotto il pensiero dello sport come lezione di vita fino in fondo, malgrado le difficoltà, in modo tale da venire notato dai media nazionali americani (ed internazionali).

Con la inconsapevole collaborazione della giovane squadra di basket femminile avversaria (la Covenant School) dotata di addestrate giocatrici, ulteriormente incitate da un pubblico presente alla manifestazione sportiva avido di imprese da guiness dei primati, la Dallas Academy ha subito uno smaccato e sonoro punteggio finale, un tondo tondo cento a zero.

Due sono le dichiarazioni contrapposte che hanno acceso la miccia dell'interesse internazionale di noi tutti, una dell'allenatore della squadra vincente dell'incontro, mr. Micah Grimes e l'altra del responsabile della stessa scuola mr. Todd Doshier.

Mentre l'allenatore ha assecondato lo spirito agonistico della propria squadra fino al raggiungimento della vetta dei cento punti, il secondo ha invece inteso far prevalere l'interesse della persona umana nel suo complesso porgendo le sue scuse alla squadra avversaria del Dallas Academy e licenziando l'allenatore della propria squadra, la Covenant School, reo di essersi accalorato dietro i numeri e non dietro l'umanità delle persone in gioco.

Ed ecco le luci dei riflettori accese sulle giocatrici del Dallas Academy, intervistate dalle televisioni e portate alla ribalta per la loro impresa: aver giocato tutta la partita fino all'ultimo secondo facendo del loro meglio e poco curandosi della figuraccia.

Dalle loro parole riportate nelle interviste ecco leggere di aver apprezzato della possibilità offerta dall'incontro di migliorare le loro difficoltà nella difesa, ecco l'idea di essere pronte ad affrontare ben altre prove nella vita dopo aver vissuto con dignità ed onore una mortificante asprezza sportiva di una partita giocata al parossismo.

Anche io non posso che apprezzare il risalto che ora viene dato all'aspetto umano del dopo partita, dove il peso maggiore viene rimarcato per gli sconfitti dal punteggio ma vincitori nella vita.

Marco

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=43772&sez=HOME_SPORT

http://abcnews.go.com/WN/Story?id=6716957&page=1

http://www.covenantdallas.com/commoninc/pushpage/247/default.asp?volume_id=
31883&mode=preview

http://www.covenantdallas.com/podium/default.aspx?t=32145

http://www.dallasnews.com/sharedcontent/dws/dn/latestnews/stories/
012209dnsposhutout.40d72ee.html

http://sportsillustrated.cnn.com/2009/highschool/01/22/covenantschool100.ap/index.html

...

FOR THE ENGLISH VERSION:

THE GAME OF LIFE

Who among us is not remembering the so many times heard words coming from teachers and professors during the schoolyears? "Sport prepares to tomorrow, sport strenghts body and mind, sport teaches life".

Same ancient latin ancestors in their pure traslating the human spiritual value expressed in the loyal and valuable athletic gesture had coined the saying: "mens sana in corpore sano", the mind can have benefits only by physical exercise, a mental health for a physical health.

Here we come to the new of last days that captured my attention: last 13rd january a young girls basketball team of one american high school (a small high-school of only - so I read - twenty students) the Dallas Academy put into effect the thought of sport as school of life till the ultimate step, despite difficulties, in such a way to be noticed by national (and international too) american media.

With the unaware collaboration of the young female basketball opponent team (the Covenant School) endowed with trained players, furtherly incited by a present public to the sport event greedy of guinness record exploit, the Dallas Academy suffered a resonant and sonorous final score, a so round one hundred to zero.

They are two the facing declarations that started the fire of the international of us all, one of the trainer of the winning team of the match, mr. Micah Grimes and the other one of the person in charge of the same school mr. Todd Doshier.

Whereas the trainer went along with the competitive mind of own team until the reaching of the top of one hundred points of score, the second one made it to prevail the interest of the human person as a whole offering own excuses and pardon to the opponent team of Dallas Academy and firing the trainer of his own team, the Covenant School, guilty of being too passionate to numbers and not to humanity of players into the game.

Here they come the attention of floodlights turned on the players of Dallas Academy, interviewed by televisions and took on the front stage for their enterprise: having played until last second doing their best and not caring about the bad impression.

Starting by their words taken during the interviews we can read they appreciated the possibility that was offered to them by the match to improve their defence difficulties, here it comes the idea to be ready to face bigger difficulties in life tests after they lived with dignity and honour a mortifying sporting sourness of a match played until paroxysm.

I also can only appreciate the standing out that they give now to the human aspect of the "after game", where the main value is marked for the losers by the numbers but winners for life.

Marco

http://abcnews.go.com/WN/Story?id=6716957&page=1

http://www.covenantdallas.com/podium/default.aspx?t=32145

http://www.covenantdallas.com/commoninc/pushpage/247/default.asp?volume_id=
31883&mode=preview

http://www.dallasnews.com/sharedcontent/dws/dn/latestnews/stories/
012209dnsposhutout.40d72ee.html

http://sportsillustrated.cnn.com/2009/highschool/01/22/covenantschool100.ap/index.html

...





Wednesday, November 12, 2008

DESTINO E LIBERTA'


"I fatti della mia vita, gli incontri con le persone non avvengono a caso. C'è qualcuno che li sceglie in piena libertà e a ragion veduta. Questo qualcuno sono io stesso nel mio subconscio o per meglio dire nel mio "sovraconscio".
L'oriente parla da sempre di "karma" (destino) e intende con questo che in ognuno di noi c'è un "Io superiore" che ricorda tutto quello che abbiamo combinato in un lungo passato e in base ad esso programma l'avvenire. Ciò vuol dire che ogni cosa che mi capita, malattie e sventure comprese, è stata scelta liberamente da questo Io superiore - che sono poi io stesso - perchè è quanto c'è di meglio per favorire la mia crescita ulteriore.
Il destino di un uomo, il karma individuale della sua vita è il più grande amico della sua libertà. Amare la provvidenza vuol dire dichiararci d'accordo con tutto quello che ci capita, perchè è sempre il meglio per noi, se la libertà ha la saggezza e la forza di farne il suo meglio".

Queste le parole di introduzione di Pietro Archiati al suo convegno su "Destino e libertà", in programma alla Casa del Giovane di Bergamo, questo fine settimana dal 14 al 16 novembre 2008.

Ulteriori informazioni sul sito web: http://www.liberaconoscenza.it

Ciao!

Marco

Thursday, May 08, 2008

IL GRANDE GIOCO DELLA VITA - THE GREAT GAME OF LIFE


Oggi qui a Roma avrà inizio un interessante convegno dal titolo "Il grande gioco della vita", con relatore Pietro Archiati. Ogni convegno di Pietro è un evento per me: mi permette di interrompere il flusso di giorni simili gli uni agli altri, mi fa uscire di casa e dall'ufficio, mi fa fermare per qualche giorno a riflettere sul significato della vita e degli incontri fra gli esseri umani.

Da dove veniamo, chi siamo e dove andiamo continuano ad essere le domande fondamentali di tutti quegli esseri umani che hanno a cuore una vita riempita di significato, di uno scopo, di una tensione verso un futuro, la freccia che viene scoccata da un arco arguto e capace.

Invito con un incoraggiamento tutti coloro che saranno a Roma per questo fine settimana a fare una capatina per dare un'occhiatina e per porgere l'orecchio. Il pensiero espresso e collegato con un filo rosso con il pensiero di Rudolf Steiner - http://www.rudolfsteiner.it - ancora oggi è per me il pensiero che più di ogni altro risponde a queste domandine grandi come montagne.

Buon fine settimana.

Marco

http://www.liberaconoscenza.it/appuntamenti/
appuntamenti-archiati-roma-2008.html

http://it.wikipedia.org/wiki/Rudolf_Steiner
...

FOR THE ENGLISH VERSION

Today here in Rome it will start one interesting meeting with the title "The great game of life", speaker is Pietro Archiati. Each meeting with Pietro is one event for me: it lets me to stop the flux of similar days to each other, it makes me to exit from house and office, it makes me to think for few days about the meaning of life and of the meetings among human beings.

Where are we from, who are we and where are we going they still continue to be the fundamental questions of all those human beings that care for a meaningful life, of one purpose, of a tension towards the future, the arrow that is shot by one sharp and capable bow.

I invite with encouragement all those persons that will be in Rome for this week-end to go to visit and to listen. The thought that is showed and connected with a red thread with the thought of Rudolf Steiner - http://www.rudolfsteinerweb.com/ - is still today for me the thought that better among all answers to these little questions but so big like mountains.

Have good week-end

Marco

http://en.wikipedia.org/wiki/Rudolf_Steiner

http://www.liberaconoscenza.it/appuntamenti/
appuntamenti-archiati-roma-2008.html