Thursday, June 21, 2007

TEMPO IN BOTTIGLIA - TIME IN A BOTTLE



Il 15 giugno 1957 l'ottimismo del popolo americano volle lanciare nel futuro il gioiello della motoristica dell'epoca, la Plymouth Belvedere Sport Coupè, colore oro e bianco.

Il progetto era quello di assegnare questa bella automobile di lusso, lucida ed elegante, come premio della lotteria sul numero futuro della popolazione della città di Tulsa esattamente cinquanta anni dopo, il 1 giugno 2007. Questo il numero fatidico della popolazione ufficiale di Tulsa, dal sito web dell'Ufficio Censimento americano: 382,457.

Il vincitore che ebbe la buona stella di indovinare questo numero avrà in dono la bella autovettura, per l'occasione interrata all'epoca in una specie di fossa, preparata per l'occasione e predisposta a conservare il premio fino al giorno della riscossione, cinquant'anni dopo.

Oggi è giunto il giorno del ritiro del premio. La buca interrata con la Plymouth del 1957 è stata riaperta, l'autovettura è stata riportata alla luce.

Una sola nota stonata: il tempo, implacabile esecutore delle leggi di natura, non era stato consultato per avere il suo parere, riguardo il progetto del "tempo in capsula", che voleva restituire decenni dopo una cosa rappresentativa della civiltà moderna dell'epoca intatta ed immacolata agli abitanti futuri del pianeta Terra.

La vita, nelle sue forme varie e cangianti, non può essere messa in scatola oppure sepolta, non può essere fermata in fotogramma sospeso in "pausa" in un film reale che invece non prevede soste o pause.

La freschezza è quella del giorno corrente, non quella bloccata e messa sotto-vuoto.
Come l'acqua di sorgente, al momento di vedere la luce all'aperto, non ancora imprigionata in bottiglia.

Marco

http://www.buriedcar.com/

http://www.repubblica.it/2007/06/motori/motori-giugno-2007/
motori-dissotterrata-plymouth/motori-dissotterrata-plymouth.html



FOR THE ENGLISH VERSION:

The June 15th 1957 the american population’s optismism wanted to launch in the future the jewel of the motor industries of that time, the Plymouth Belvedere Sport Coupè, gold and white colour.

The project was to assign this beautiful luxury car, shining and elegant, as the prize of the lottery about the future number of population of the city of Tulsa exactly fifty years later, June 1st 2007. This was the fateful number of the official population of Tulsa, from the website of the American census population: 382,457.

The winner that had the good star to guess this number will have as a gift the beautiful car that was for buried at that time in a pit prepared for the occasion and prepared to conserve the prize until the day of the withdrawal, fifty years later.

Today the day of the withdrawal is arrived. The hole inside the ground with the Plymouth of 1957 was open, the car again in the light.

One only off-key note: time, implacable executor of natural laws, was not been consulted to know its opinion, about the project of “time in capsule”, that wanted to give it back dozens years after something representative of the modern civilization of that age intact and immaculate to the future inhabitants of planet Earth.

Life, in its various and iridescent shapes, cannot be put in a can or buried, it cannot be stop in a frame kept in suspense in “pause” position in a real film that didn’t planned breaks of pauses.

Freshness is that of the current day, not the one blocked and put vacuum-packed.

Like the spring water, at the moment to see the light outside, not imprisoned in a bottle yet.

Marco

http://www.buriedcar.com/

http://www.repubblica.it/2007/06/motori/motori-giugno-2007/
motori-dissotterrata-plymouth/motori-dissotterrata-plymouth.html

2 comments:

tania said...

... di ottimismo è pervaso il tuo commento ed il tuo post originale! Ciao Marco, quanto tempo senza passare da te! Un abbraccio

Chicca said...

non so quanto si ritenga fortunato
il fortunato vincitore
che credo abbia dei problemini ad avviarsi